sabato 10 febbraio 2018

Intossicati da monossido di carbonio: salvi

Giovedì notte sono stati trasportati presso la Camera Iperbarica collegata alla Rianimazione dell’azienda ospedaliera-universitaria “Ruggi d’Aragona”, diretta da Renato Gammaldi, due persone in grave stato di intossicazione da monossido di carbonio. Si tratta di un uomo di 70 anni ed una donna di 51 provenienti da Mirabella Eclano. Appena giunti il responsabile della Medicina Iperbarica, Dante Lo Pardo, ha immediatamente provveduto al soccorso specialistico che prevede, dopo le prime indagini diagnostiche obbligatorie, il tempestivo trattamento in camera iperbarica. I due pazienti, in stato di coma, hanno cominciato il trattamento alle 2 alle 4.45 sono usciti completamente ristabiliti dalla camera iperbarica. Restano tuttavia ricoverati per essere sottoposti ad ulteriori trattamenti. La Camera Iperbarica del “Ruggi d’Aragona” di Salerno, unica struttura pubblica dell’intero territorio provinciale, rappresenta da tempo il punto di riferimento h24 per le emergenze iperbariche.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog