sabato 21 aprile 2018

Nil: controlli e sanzioni nel potentino

Nel potentino, nell’ambito dei controlli disposti a livello nazionale sulla “ristorazione etnica” è stata controllata un’attività in cui sono emerse gravi carenze sullo cattivo stato di conservazione di circa 180 kg. di prodotti alimentari vari, per i quali è stato disposto il sequestro. Anche dal punto di vista strutturale del locale sono emerse gravi carenze per cui si è reso necessario il coinvolgimento del Dirigente Medico dell’Azienda Sanitaria locale di Potenza, il quale ha disposto l'‘immediata sospensione’ dell’attività di ristorazione. Riscontrati, inoltre illeciti per 8 lavoratori trovati in servizio, “relativamente alla mancata loro sottoposizione alla obbligatoria sorveglianza medico sanitaria”. La titolare del ristorante, una cittadina di nazionalità cinese, è stata denunciata a piede libero alla Procura di Potenza e multata. 

Acqua: Legambiente su disservizi costa jonica

Sono tre i comuni delle costa Jonica che in questi giorni hanno emesso ordinanze che vietano l’uso e consumo dell’acqua a scopo potabile, a seguito di un superamento dei valori di trialometani oltre i valori consentiti.Ordinanze che hanno determinato nelle popolazioni locali una comprensibile preoccupazione, anche perché riguardano la risorsa acqua, bene primario e indispensabile che va sempre tutelato. Proprio per dare risposte certe ai cittadini dell’arco jonico, Legambiente Policoro chiede trasparenza e analisi accurate che permettano di sapere in tempi rapidi cosa ha determinato questa non conformità per poter mettere tempestivamente in atto tutti gli interventi necessari a far rientrare il fenomeno a tutelare la salute pubblica. “Vogliamo risposte certe sullo stato delle acque – dichiara Stella Bonavita presidente del Circolo Legambiente di Policoro- e chiediamo di capire se si tratta di un fenomeno temporaneo o di qualcosa che potrebbe ripetersi, adottando in tal caso tutti i dovuti provvedimenti atti ad evitare che ciò accada” .

Natuzzi: annunciati mille esuberi entro 2018

Natuzzi annuncia “1.000 esuberi al termine del contratto di solidarietà, in scadenza a fine 2018”. Lo hanno fatto sapere le segreterie nazionali di FenealUil, Filca Cisl, Fillea Cgil, dopo un incontro con i vertici aziendali. Per i sindacati “il rilancio non può passare per il licenziamento di metà della forza lavoro attualmente impiegata, chiamata da anni a sacrifici immani”. Di qui l’invito “al Governo, alle due Regioni interessate, Basilicata e Puglia, e a tutte le istituzioni coinvolte” per chiedere “un impegno serio per il rilancio dell’azienda e di tutto il distretto del mobile imbottito”.

Danno erariale alla Comunità Montana Vallo di Diano

Un danno erariale per oltre 350mila euro alla Comunità Montana di Vallo della Lucania: lo hanno accertato i militari della Guardia di Finanza di Salerno, al termine di un’indagine coordinata da Michele Oricchio, procuratore regionale della Corte dei Conti, che ha segnalato l’ammanco nelle casse dell’Ente. Alla base del danno, l'operato dei vertici politici e burocratici alla guida della Comunità Montana “Gelibson & Cervati”, nell'ultimo quinquennio. Illegittimo e inefficiente, infatti, sarebbe stato il quadro gestionale, con plurimi incarichi retribuiti di natura amministrativa e legale a uno stesso professionista, peraltro risultato già convenzionato con l’Ente, come segretario generale, per un totale di 355.526,92 euro.

Investita da scooter, 92enne muore dopo una settimana

E’ morta a distanza di una settimana, l’anziana investita con la sua carrozzina da una moto sul lungomare Colombo di Salerno. Al momento la salma è a disposizione dell’autorità giudiziaria, che ha disposto il sequestro della cartella clinica sulla quale è riportato il percorso sanitario della 92enne. La donna sulla sua carrozzella, spinta da una badante straniera, dopo che alcune auto si erano fermate per farla passare, stava attraversando la strada di ritorno da una passeggiata quando, improvvisamente, è arrivato un ragazzo a bordo di uno scooter che, superando a tutta velocità le vetture ferme sulla carreggiata, ha investito la carrozzina. Ora, dopo il decesso, il giovane rischia l’accusa di omicidio colposo. 

Omicidio Pascuzzo: proseguono le indagini della Procura

Proseguono le indagini per far luce sul movente dell'omicidio di Antonio Alexander Pascuzzo, il 18enne di Buonabitacolo ritrovato senza vita in una scarpata, dopo una settimana di ricerche a seguito della sua scomparsa. La Procura, questa mattina, darà l’incarico per una perizia psichiatrica su Karol Latempa, il ragazzo che per futili motivi ha ucciso Pascuzzo. La scelta è stata condivisa dall’avvocato Michele Di Iesu, difensore del 19enne.

Possesso di droga: arrestato 32enne

Un uomo di 32 anni è stato arrestato a Matera dai Carabinieri che, nella sua casa, hanno trovato circa 400 grammi di hascisc e marijuana. 
La perquisizione dei militari è stata decisa dopo indagini avviate a seguito del via vai che i militari avevano notato intorno alla casa dell'uomo, anche nelle ore notturne.

Cgil Cisl e Uil: subito una legge per la prevenzione

In Basilicata è "fondamentale agire immediatamente per l'approvazione di una legge regionale che metta al centro la prevenzione, unica strada da percorrere per fermare le morti sul lavoro": è quanto scritto in un documento unitario di Cgil, Cisl e Uil, che oggi a Potenza hanno organizzato un presidio davanti alla sede della Prefettura, nell'ambito di uno sciopero generale di otto ore. In particolare la legge dovrebbe prevedere tra l'altro, secondo i sindacati, "il rilancio dell'attività del 'Coordinamento regionale in materia di sicurezza sul lavoro', che in Basilicata non si riunisce da diversi anni", il "potenziamento del sistema istituzionale della salute e sicurezza sul lavoro", e di "destinare almeno il cinque per cento delle risorse del piano sanitario alla prevenzione".

venerdì 20 aprile 2018

Papa Francesco sui luoghi di don Tonino Bello

"Il Mediterraneo, storico bacino di civiltà, non sia mai un arco di guerra teso, ma un'arca di pace accogliente". Lo ha detto papa Francesco, in visita in Puglia per celebrare i 25 anni della morte di don Tonino Bello. Nel suo discorso ai fedeli ad Alessano, in Salento, paese natale del sacerdote, Bergoglio ha sottolineato che "se la guerra genera povertà, anche la povertà genera guerra. La pace, perciò, si costruisce a cominciare dalle case, dalle strade, dalle botteghe, là dove artigianalmente si plasma la comunione", ha aggiunto. Di don Tonino Bello, papa Francesco ha evidenziato "il desiderio di una Chiesa per il mondo: non mondana, ma per il mondo". "Una Chiesa non mondana! - ha quindi ribadito - Che il Signore ci dia questa grazia: non mondana, ma al servizio del mondo". " Oltre al paese natale di don Bello, il Papa andrà a anche a Molfetta (Bari), la diocesi di cui è stato vescovo.

Morte operaio: oggi sciopero di otto ore

Cgil Cisl e Uil di Basilicata hanno proclamato uno sciopero generale di otto ore per la giornata di oggi. La decisione è stata presa all'indomani dell'incidente sul lavoro che nello stabilimento "Dalmine Logistic Solutions" di Potenza, ha provocato la morte di un operaio, Carmine Picerni. Sempre per oggi le organizzazioni sindacali hanno convocato, anche un presidio a Piazza Mario Pagano, a Potenza, invitando i lavoratori alla "massima partecipazione".

I sindacati su ritardi schema idrico Bradano-Basento

"Non perdere altro tempo per l’appalto dell’attrezzamento del Distretto G, progetto di completamento schema irriguo Bradano-Basento, sul quale la Basilicata rischia di perdere i fondi”. E’ quanto affermato in conferenza stampa dai segretari lucani di Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Angelo Summa, Enrico Gambardella e Carmine Vaccaro, e dai segretari di settore Fillea, Filca Cisl e Feneal Uil, Enzo Iacovino, Michele La Torre e Carmine Lombardi. Un vero e proprio grido d’allarme su una delle 35 opere pubbliche incompiute lucane: nata negli anni Ottanta per irrigare zone destinate all’agricoltura intensiva attraverso una condotta principale di 23 chilometri fra la diga di Genzano e la diga del Basentello oltre a diramazioni, vasche di compensazione variabile e impianto di sollevamento. Il tutto mai realmente avviato.

Itrec: convalidato sequestro vasche

Il gip di Potenza ha convalidato il sequestro d'urgenza di tre vasche di raccolta delle acque di falda e di una condotta di scarico dell'impianto Itrec di Rotondella (Matera), gestito dalla Sogin, disposto d'urgenza lo scorso 13 aprile dalla Dda del capoluogo lucano in relazione a un'inchiesta su una presunta contaminazione delle acque sversate nel mar Jonio. L'indagine, svolta in collaborazione con i Carabinieri del Noe, parte dall'accertamento della presenza di due sostanze cancerogene (cromo esavalente e tricloroetilene) in una falda acquifera che attraversa l'area dell'impianto, e da una condotta arriva fino allo Jonio.

Metaponto. Una denuncia per contrabbando di sigarette

Trovato in possesso "di 165 pacchetti di sigarette estere di varie marche di contrabbando, sprovvisti del previsto contrassegno del Monopolio di Stato per un totale di 3,3 kg di tabacco di qualità non controllata", nel Metapontino, un cittadino albanese è stato denunciato dalla Guardia di Finanza. Nei confronti dell'uomo i finanzieri della Brigata di Metaponto di Bernalda (Matera) hanno inoltre elevato sanzioni amministrative per circa 17 mila euro. I tabacchi sono stati sequestrati.

Rapinarono caveau nel 2016: arrestati

La Polizia ha arrestato gli autori della rapina compiuta nel dicembre 2016 al caveau dell'istituto di vigilanza Sicurtransport di Catanzaro. La rapina, messa in atto con metodi paramilitari e l'uso di mitra e sofisticate apparecchiature elettroniche, fruttò oltre 8 milioni di euro. I banditi sfondarono con un mezzo cingolato i muri corazzati del caveau e bloccarono le strade di accesso incendiando 11 auto. Agli arrestati viene contestata l'aggravante della metodologia mafiosa perché una parte dei proventi è stata corrisposta alle famiglie di 'ndrangheta della zona. Le indagini sono state coordinate dalla Dda di Catanzaro e condotte dallo Sco e dalle Squadre mobili di Catanzaro e Foggia. La rapina fu possibile grazie anche ad un dipendente dell'Istituto che fece da basista.

giovedì 19 aprile 2018

Minaccia ex marito compagna: scatta divieto di avvicinamento

La misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa è stata notificata dalla Polizia, a Potenza, ad un uomo di 36 anni, che ha minacciato più volte l’ex marito della compagna. Il provvedimento è stato emesso dal gip di Potenza, su richiesta della Procura della Repubblica. L’uomo avrebbe fatto telefonate minatorie e inviato sms minacciosi. In un caso, poi, avrebbe sparato «a scopo intimidatorio alcuni colpi di arma da fuoco presso l’abitazione dell’ex marito della sua compagna, poche ore dopo aver minacciato di ucciderlo». La vittima delle minacce ha finito per trovarsi in un «perdurante stato d’ansia" e, nel timore di violenze, ha dovuto «alterare le proprie abitudini di vita». Nell’abitazione dell’uomo raggiunto dal provvedimento del gip - da dove sono partite le telefonate minatorie - la Polizia ha trovato una custodia in plastica per pistola. 

Stadio Viviani: l’assessore Errico fa chiarezza

"L’Amministrazione comunale è al fianco dei rossoblù e sta lavorando alacremente per consegnare alla città uno stadio in linea con le normative regolamentari per disputare il campionato di Lega pro - Serie C". Così l’assessore allo sport, Valeria Errico interviene sulla vicenda Viviani e fa chiarezza. L'assessore evidenzia che da giorni gli uffici e la costituita “task force” stanno lavorando con impegno sulle tre questioni fondamentali: i lavori di adeguamento della struttura alle prescrizioni fissate dal regolamento per il campionato di Lega Pro. Il secondo tema riguarda i lavori di adeguamento ai fini delle prescrizioni in materia di sicurezza ed ordine pubblico. Per quanto riguarda invece la terza questione, quella relativa al bando per l’affidamento in concessione dello stadio, è utile chiarire alcuni aspetti. Entro la settimana prossima – continua l’assessore Errico - il bando sarà pubblicato. Una cosa però è il bando precisa l’assessore - altra è la disponibilità del campo per le gare di Lega Pro. Per l’iscrizione della squadra al prossimo campionato è necessaria la disponibilità del campo; disponibilità che il Comune, quale ente proprietario, ha già assicurato.

Minaccia l’ex: arrestato 38enne a Matera

Ha minacciato l'ex convivente con una pistola sparachiodi e con quattro coltelli a serramanico trovati in suo possesso: a Matera un 38enne è stato arrestato dai Carabinieri. Le accuse sono di porto abusivo di armi, atti persecutori e minaccia aggravata dall'uso delle armi.

Detenzione di armi e munizioni: arrestato 40enne di San Fele (Pz)

A San Fele (PZ), nella tarda serata di ieri, i Carabinieri hanno arrestato per detenzione abusiva di armi clandestine e relativo munizionamento, un pregiudicato 40enne del posto. L’arresto è stato eseguito al termine di indagini avviate dai militari a seguito di una denuncia per minacce e maltrattamenti mediante uso di armi da parte della moglie dell’arrestato, una 34enne del posto. La perquisizione nella abitazione dei due coniugi ha infatti permesso di rinvenire un fucile doppietta a canne mozze, privo di marca e matricola e del relativo munizionamento consistente in 13 cartucce a palla e 6 cartucce a pallini, dello stesso calibro detenuti illegalmente. L’uomo è stato posto ai domiciliari.

Operazione della Dda a Bari: 21 arresti

Dalle prime luci dell'alba a Bari e in provincia è in corso una vasta operazione della Polizia di Stato che ha portato all'arresto di 21 persone, ritenute dagli investigatori esponenti di spicco e gregari del clan 'Capriati', attivo nel Borgo Antico e in altri quartieri cittadini. Devono rispondere di associazione per delinquere di stampo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti aggravata dal metodo mafioso e dall'uso delle armi, porto e detenzione di armi da guerra, estorsioni aggravate dal metodo mafioso e continuate, associazione per delinquere aggravata e finalizzata alla realizzazione di furti. Le indagini sono state coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) e condotte dalla Squadra mobile della Questura di Bari.

mercoledì 18 aprile 2018

False malattie e finti contratti: arrestati 6 professionisti

False malattie e finti contratti di solidarietà per truffare lo Stato: sono finiti in manette un imprenditore e 6 professionisti. Ben 2 milioni e 300 mila euro i danni: i truffatori guadagnavano sul versamento delle trattenute previdenziali e fiscali per i dipendenti che, in casi di attivazione degli ammortizzatori sociali, sono inferiori rispetto a quelle da versare per un lavoratore, assunto regolarmente. I finanzieri di Parma, dopo tre anni di indagini, sono riusciti a sgominare un'organizzazione, composta da imprenditori e professionisti, che si occupava di gestire tutte le operazioni, che hanno portato ad un danno erariale enorme per lo Stato, stimato in 2 milioni e 600 mila euro. Un imprenditore di una ditta di Fidenza che si occupa di impiantistica industriale, è stato arrestato: sei consulenti sono stati messi agli arresti domiciliari. In altre 6 città, tra cui Salerno, ci sono state perquisizioni.

Matrimonio "con Jovanotti": il video diventa virale

A Benevento il matrimonio si celebra con la hit di Jovanotti "Oh Vita" invece che con l'Ave Maria" di Shubert: è accaduto nella basilica di San Bartolomeo, dove don Cosimo Cavalluzzo, da sempre impegnato in battaglie di giustizia solidale e in difesa dei beni comuni al fianco anche di padre Alex Zanotelli, ha sposato una coppia di fidanzati. Prima di concludere la funzione e dare la benedizione finale, il prete ha avvicinato il telefonino al microfono facendo ascoltare agli sposi e ai presenti, come suo augurio, il brano di Jovanotti. Nel giro di 24 ore il video, girato da uno dei fedeli in chiesa, è diventato virale sul web con migliaia di visualizzazioni e condivisioni sui social. Ma la vera sorpresa finale per gli sposi è stata quando don Cosimo ha regalato loro due biglietti per assistere dal vivo a un concerto di Jovanotti.

Viggiano (Pz): scoperta evasione fiscale da 1,3 mln di euro

In Val d'Agri la Guardia di Finanza ha scoperto un'evasione fiscale per 1,3 milione di euro. Denunciato l'amministratore di una società che opera nel settore del commercio di carburanti per autotrazione. In particolare, la Tenenza di Viggiano (Potenza) delle Fiamme Gialle ha accertato "ricavi sottratti a tassazione per oltre tre milioni di euro" e ha avviato "le procedure, amministrative e giudiziarie, tese ad assicurare il recupero dei crediti erariali".

Omicidio Pascuzzo: il gip dispone il carcere per il responsabile

Tantissime le persone accorse per i funerali di Antonio Alexander Pascuzzo, il giovane ucciso a coltellate dal coetaneo Karol Lapenta per una storia di droga. Intanto, il gip del Tribunale di Potenza non ha convalidato il fermo della Procura, disponendo invece un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per Karol Lapenta, difeso dall'avvocato Michele De Iesu. L'accusa è di omicidio volontario. Pascuzzo era morto a causa di una coltellata al cuore, come hanno riferito i primi risultati dell'autopsia. La sera del 6 aprile, dopo uno scambio di messaggi, i due si sarebbero dati appuntamento per comprare della droga.“

Incidente sul lavoro a Potenza: muore operaio 39enne

Ancora una vittima sul lavoro in Basilicata. Carmine Picerni, un operaio di 39 anni di Potenza, ha perso la vita a causa di un incidente avvenuto mentre lavorava all’interno dell’azienda “Ponteggi Dalmine” situata nella zona industriale di Potenza. Per cause in fase di accertamento, è rimasto schiacciato in un nastro trasportatore. Immediato l’allarme dei suoi colleghi che hanno allertato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 Basilicata Soccorso, che, lo hanno subito trasportato al “San Carlo”, dove poi è deceduto. Sul posto anche gli agenti della Polizia di Stato che hanno avviato i rilievi e le indagini per provare a ricostruire quanto accaduto. 
Intanto per oggi gli operai hanno proclamato uno sciopero di tre ore.

martedì 17 aprile 2018

La Cmd di Atella (Pz) in mostra in Germania

L’azienda lucana Cmd sarà presente ad Aero - Fiera internazionale dell’aviazione mondiale in Germania, in programma dal 18 fino al 21 aprile Cmd con la sua divisione Avio, presenta il nuovo motore Cmd22 ad iniezione elettronica, propulsore interamente “made in Italy” realizzato nei propri siti produttivi di Atella (Pz) e Caserta. Grande soddisfazione è stata espressa dall’amministratore della società, Mariano Negri, che ha sottolineato l'impegno profuso nel tempo e la notevole capacità ingegneristica italiana. 
 Nello stand Cmd Avio sarà esposto anche il GF56, un motore Diesel da 5600 centimetri cubici in grado di sviluppare una potenza massima di 300 cavalli per aerei di aviazione generale.

Fse: chiuse indagini, processo per 28

La Procura di Bari ha chiuso le indagini sul crac da 230 milioni di euro di Ferrovie Sud Est (FSE) nei confronti di 28 persone, fra le quali Luigi Fiorillo, ex commissario governativo, legale rappresentante e amministratore unico della società pugliese. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta documentale, societaria e patrimoniale, di dissipazione e distrazione di fondi. I fatti contestati si riferiscono agli anni 2001-2015, fino a quando la società è stata commissariata. Circa un anno fa, FSE è stata acquistata da Ferrovie dello Stato e nelle scorse settimane i creditori hanno votato a favore del concordato preventivo salvando l'azienda dal fallimento (l'udienza di omologazione è fissata per il prossimo 6 giugno). Nell'ambito di questa inchiesta il primo febbraio scorso furono eseguiti dalla Guardia di Finanza sequestri per circa 90 milioni di euro e 11 indagati furono arrestati. Cinque di loro sono ancora detenuti agli arresti domiciliari.

Corruzione: arrestati agenti penitenziari

Due assistenti della Polizia penitenziaria - di 55 e 52 anni, uno di Ginosa (Ta), l'altro di Altamura (Ba), sono stati posti agli arresti domiciliari dalla Polizia con le accuse di corruzione, peculato e concorso in falso ideologico. Entrambi gli agenti prestano servizio  nel carcere di Matera. Gli arresti costituiscono un ulteriore sviluppo di un'operazione eseguita nel gennaio scorso quando uno dei due poliziotti penitenziari fu arrestato per la prima volta. Le accuse si riferiscono all'introduzione nel carcere di pacchi, destinati ai detenuti, superiori al peso consentito dal regolamento.

Ricettazione orologi di lusso: sei arresti

Per un presunto giro di riciclaggio e ricettazione di orologi di lusso contraffatti, vengono eseguite da parte dei militari della guardia di finanza di Brindisi sei ordinanze di custodia cautelare nelle province di Brindisi, Taranto e Napoli. Il provvedimento restrittivo – a quanto si è appreso – si fonda sulle risultanze di una complessa indagine svolta con il coordinamento della procura della Repubblica di Brindisi. Secondo quanto emerso, gli orologi venivano commercializzati in tutta Italia ed anche in diversi Stati europei.

Omicidio Pascuzzo: eseguita autopsia

Si è svolta all'ospedale "Curto di Polla" l'autopsia disposta dalla Procura della Repubblica di Lagonegro per accertare la causa della morte di Antonio Pascuzzo, il giovane di Buonabitacolo ucciso dall'amico e poi ritrovato sabato scorso in un torrente. L'esame ha accertato che la coltellata fatale è stata quella che gli è stata inferta al cuore, tanto profonda da trapassargli la schiena. Ci sono lividi su volto di Antonio, conseguenza di un calcio, e una lieve ecchimosi sul polso. 
Intanto il vescovo, invece, ha rivolto un appello ai giovani.

lunedì 16 aprile 2018

Interrogazione del sen Pepe (Lega) su impianto Itrec

Dopo il sequestro disposto nei giorni scorsi dalla Procura della Repubblica Distrettuale di Potenza di tre vasche di accumulo delle acque di falda e della condotta di scarico a mare dell'impianto “ex Magnox” dell’Itrec all’interno dell’Enea di Rotondella (Mt), il Senatore della Lega, Pasquale Pepe, ha depositato un'interrogazione indirizzata al Ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, per conoscere nel dettaglio i fatti che hanno portato ad emettere l'ordinanza di sequestro preventivo. Pepe ha chiesto se siano state predisposte iniziative per effettuare tutte le verifiche sull'impianto o quali saranno le misure che si intende intraprendere, considerando la situazione di rischio per la salute pubblica e per l'ambiente, nonché la particolare vocazione agricola e turistica del territorio interessato.

Ingoia grosso involucro con della droga per eludere i controlli

Al vista dei carabinieri ha prima tentato di allontanarsi ma, visto che non sarebbe riuscito a sfuggire al controllo, ha deciso di disfarsi della cocaina che aveva indosso ingoiando il grosso involucro che la conteneva rischiando prima il soffocamento e finendo poi in overdose. L'uomo, un 33 enne di Casamassima, durante il controllo ha iniziato a sentirsi male, ad avere difficoltà respiratorie, e i carabinieri, capendo che la situazione era critica, lo hanno portato al pronto soccorso dell'Ospedale di Acquaviva delle Fonti (Ba). Ricoverato in terapia intensiva, il pusher superata la crisi è stato dimesso dall'ospedale, e poi è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Interruzione idrica a Potenza

A Potenza a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa fino alle 14:00 di oggi, salvo imprevisti, in c.da Masseria Monaco, c.da Cortese e zone limitrofe. 

Siria. Bandiera della pace nelle sedi di Cgil Cisl e Uil

Cgil Cisl e Uil di Basilicata alzeranno le bandiere della pace in tutte le proprie sedi e si mobiliteranno immediatamente per iniziative anche territoriali a sostegno di una soluzione diplomatica e contro l'uso della violenza in Siria. Per i sindacati il popolo siriano vive ormai da sette anni una situazione che è possibile definire solo nei termini di una catastrofe umanitaria in cui le vittime sono i bambini, le donne, gli anziani, gli uomini che ogni giorno sono oggetto di violenza feroce senza possibilità alcuna di potersi sottrarre. "Di fronte a tali eventi – sottolineato in una nota i sindacati – non si può non manifestare la propria contrarietà invitando tutti soggetti politici, le associazioni, i cittadini, a mobilitarsi per esternare la propria indignazione."

Vino. Coldiretti su crescita export puglia

Continua la crescita record delle esportazioni dei vini pugliesi, che nel 2017 hanno segnato un +21,5% rispetto all'anno precedente, secondo le elaborazioni di Coldiretti Puglia su dati Istat, e un valore complessivo di 149 milioni. Di pari passo aumenta la produzione biologica di uve, con 15.990 ettari contro i 10.866 dell'anno precedente. Il Primitivo pugliese con un aumento del 21% è al secondo posto in Italia della classifica dei vini che hanno avuto il maggior incremento nelle bottiglie acquistate nel 2017. Intanto, l'innovazione sta caratterizzando il mondo del vino pugliese, prosegue Coldiretti, e sta contribuendo a dare fermento ad un settore in continua crescita in termini di qualità e riconoscibilità sui mercati anche internazionali. Dal tappo in vetro, al vigneto ad alberello di uve Sauvignon in riva al mare, dagli occhialini utili ad 'immergersi' nelle Terre del Neagroamaro, fino al pesto dalle foglie di vite, sono alcune delle novità delle aziende, raccontate da Coldiretti per il Vinitaly.

20enne evade dal carcere di Fuorni (Sa): preso

Ieri pomeriggio nel carcere di Salerno un detenuto di 20 anni, ristretto nella casa circondariale di Fuorni, è evaso dalla struttura per poi essere preso nei pressi della stazione ferroviaria. A darne notizia è il segretario generale del Sappe, Donato Capece: «Il giovane è evaso dal cortile passeggi in maniera rocambolesca, grazie a doti di agile arrampicatore che gli hanno consentito di eludere la sorveglianza ridotta al minimo per la giornata festiva», spiega il rappresentante della sigla sindacale in una nota. L’allarme è scattato intorno alle 15 e le ricerche si sono concluse tre ore dopo quando il 20enne salernitano, in carcere per maltrattamenti in famiglia, è stato preso nei pressi della stazione ferroviaria.

Ritrovato senza vita 18enne di Buonabitacolo (Sa)

Si è conclusa con un tragico epilogo la scomparsa di Antonio Alexander Pascuzzo, il 18enne di Buonabitacolo di cui si erano perse le tracce da una settimana. Il giovane è stato ritrovato senza vita sabato pomeriggio nei pressi del fiume Peglio dietro la piscina comunale di Buonabitacolo in una scarpata. Sul posto i Carabinieri la Polizia Municipale di Buonabitacolo e la Protezione Civile Vallo di Diano. Presente anche il Magistrato di turno presso la Procura di Lagonegro, Francesca Fresch, il medico legale e il Procuratore Capo Vittorio Russo. Intanto, poche ore dopo il ritrovamento è stato fermato come indiziato e arrestato il 18enne, Karol Lapenta.

Incendio all’Asso Fruit di Scanzano Jonico, si indaga

Un incendio nella notte tra sabato e domenica ha interessato l’Asso Fruit di Scanzano Ionico (Mt), l’organizzazione di produttori che ha sede e opera in località Parisi. Le fiamme hanno interessato una porta di carico del magazzino e sono state spente dai vigili del fuoco di Policoro e Montalbano Jonico il cui intervento ha evitato che le fiamme si propagassero all'interno del magazzino e agli uffici amministrativi. Sul fatto indagano i carabinieri della Compagnia di Policoro. L’episodio si è verificato a distanza di meno di una settimana dall’incendio – sulla cui origine stanno indagando i Carabinieri – che ha distrutto contenitori di plastica sul piazzale della Apofruit, sempre a Scanzano Jonico.

sabato 14 aprile 2018

Legalità economica: incontro a Latronico

Si è svolto presso l’Istituto Comprensivo “Benedetto Croce” di Latronico un nuovo incontro organizzato dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Potenza, nell’ambito del progetto denominato “Educazione alla Legalità Economica”, giunto alla VI edizione. L’iniziativa rientra tra le attività di collaborazione tra il Corpo e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, regolate attraverso uno specifico protocollo di intesa che prevede che gli incontri con gli studenti della scuola primaria e secondaria siano realizzati in continuità con il programma di insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”. Nel corso dell’incontro, i circa 200 studenti hanno attivamente interagito con i relatori, mostrando curiosità sulle dotazioni di mezzi aerei e navali della Guardia di Finanza, le attività delle unità cinofile e su suggerimenti su come tutelarsi nell’uso di strumenti informatici.

Vivicittà: l’evento domani a Matera

Gli allievi di una scuola elementare che realizzano un bus di cartone e percorsi sicuri nell'ambito del progetto Pedibus, laboratori di parkour (ostacoli, arrampicate, destrezza), giocoleria, danza di capoeira sono alcune delle attività sostenibili che la Uisp ha organizzato a Matera nell'ambito della 35/a edizione di Vivicittà, la manifestazione podistica con gara agonistica e passeggiata non competitiva, che si terrà anche in altre città domenica 15 aprile. La manifestazione - presentata stamani a Matera - si svolgerà su un percorso cittadino con partenza e arrivo in piazza Vittorio Veneto.

Violenza e lesioni: due arresti a Matera

Due fratelli, di 47 e 42 anni, sono stati arrestati dalla Polizia a Matera - uno è ai domiciliari, l'altro in carcere - con l'accusa di concorso in violenza privata e lesioni volontarie. Uno dei due, quello che si trova in carcere, è accusato anche di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La vicenda - secondo quanto reso noto oggi, in questura, in un incontro con i giornalisti - è cominciata nel luglio dello scorso anno, quando il padre dei due fratelli ebbe un incidente stradale.

Droga: denunciato 16enne a Matera

Scoperto a nascondere hascisc sotto un tombino di ferro, a Matera, un 16enne proveniente dalla provincia di Taranto è stato denunciato in stato di libertà alla Procura per i Minorenni di Potenza dai Carabinieri che stavano effettuando controlli nei pressi di un istituto scolastico della città lucana. 
Fermato dai militari dell'Arma, il giovane è stato trovato in possesso di "una cospicua quantità di hascisc, suddivisa in dosi" e di 60 euro, provento - secondo gli investigatori - dell'attività di spaccio.

Salerno. Investita anziana, è grave

E’ in gravi condizioni l’anziana che, nel pomeriggio di ieri, mentre era seduta sulla sua sedia a rotelle, è stata travolta da uno scooter sul lungomare di Salerno. La donna, di 90 anni, madre del consigliere comunale Rosa Scannapieco (Progressisti per Salerno), è ricoverata nel reparto di Rianimazione dell’azienda ospedaliera-universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” ed è in gravi condizioni. L’urto è stato violentissimo tanto che la donna è sbalzata in aria finendo sull’asfalto. Il giovane si è fermato per soccorrerla ed è anche andato in ospedale per assicurarsi delle sue condizioni di salute. La sua posizione, sarà valutata nei prossimi giorni dal magistrato incaricato di fare chiarezza sulla dinamica dell’incidente ed accertarne le responsabilità.

Acqua contaminata nello Jonio: sequestro nell'Itrec

Per evitare che continui lo scarico nel mare Jonio di acqua contaminata proveniente dall'impianto nucleare Itrec di Rotondella (Mt), la Procura della Repubblica di Potenza ha fatto eseguire il sequestro di tre vasche di raccolta delle acque di falda e della condotta di scarico. I reati ipotizzati nell'inchiesta sono: inquinamento ambientale, falsità ideologica, smaltimento illecito di rifiuti e traffico illecito di rifiuti. Sono almeno cinque le persone indagate: si tratterebbe dei referenti dei procedimenti di controllo e smaltimento delle acque. L'indagine è cominciata lo scorso anno da parte della Procura di Matera: i fascicoli sono poi passati per competenza alla Procura distrettuale del capoluogo lucano. Le sostanze chimiche scoperte dagli investigatori nella falda acquifera sono state utilizzate per il trattamento delle barre di uranio/torio: le acque così contaminate dovevano essere poi trattate prima di essere smaltite ma, secondo quanto emerso dalle indagini, sono state invece sversate "tal quale" nel mar Jonio partendo dalla struttura, e dopo aver attraversato alcuni chilometri che separano lo stabilimento dalla costa.

venerdì 13 aprile 2018

CC: bilancio del 2017 in Basilicata

Durante il 2017 in Basilicata l’arma dei Carabinieri ha perseguito l’80% dei reati che si sono verificati su tutto il territorio e in particolare tratto in arresto complessivamente oltre 450 persone per i diversi reati inerenti la detenzione e lo spaccio di droga. Segnalate 600 persone all’Autorità Amministrativa competente che ha emesso 152 fogli di via obbligatori, 116 avvisi orali mentre l’Autorità Giudiziaria ha sottoposto 3 persone alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale, 2 alla Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno nonché disposto il sequestro di beni per un valore complessivo di circa due milioni di euro.

Furti a Salerno: continua l'emergenza

Furti a Salerno: è emergenza costante. I ladri hanno provato ad intrufolarsi in alcune abitazioni di via Liberti, nel quartiere Europa. I residenti preoccupati chiedono alle forze dell'ordine di intensificare i controlli. In particolare i ladri hanno preso di mira una famiglia al terzo piano del fabbricato al civico 1. Prosegue nel frattempo il lavoro congiunto Questura-Comune per garantire vigilanza in città attraverso telecamere anche nel centro storico e nei rioni collinari. 

Controlli a Pagani (Sa): sequestrate armi e droga

Armi e droga sequestrate in un garage di un parco residenziale a Pagani. L'operazione, ancora in corso, è condotta ieri mattina dalla polizia del commissariato di Nocera Inferiore. Una decina di agenti, coadiuvati anche dall'unità cinofila, avrebbero individuato e sequestrato un ingente quantitativo di droga e armi in un garage del Parco Sale, in via Cesare Sportelli a Pagani. I controlli hanno interessato tutta la zona a ridosso dell'entrata delle squadre nello stadio Marcello Torre, la parte più vicina a via Cesare Sportelli e il garage in cui sarebbero state trovate armi e droga. Nello specifico, almeno 4 chili di hashih, una pistola e della cocaina. Una persona sarebbe stata fermata, ma non avrebbe precedenti in tal senso“

Truffa fondi ricerca: perquisizione nell'ateneo di Foggia

Perquisizioni presso il dipartimento di Scienze Agrarie dell’università di Foggia sono state eseguite ieri mattina dalla Guardia di Finanza nell’ambito di una indagine su presunte irregolarità nella rendicontazione di tre progetti finanziati dal Miur. Nel dipartimento i finanzieri hanno sequestro i computer e documenti. Le presunte irregolarità su cui indaga la Procura di Foggia sono state denunciate alcuni mesi fa da due professori, Alessandro Del Nobile e Diego Centonze, e riguarderebbero il Pon Ricerca e Competitività 2007-2013 ottenuto dai gruppi di ricerca del Distretto agroalimentare regionale, il Da.Re., tra i cui soci c’è l’ateneo foggiano, beneficiario di circa 10 milioni di euro. Tra gli indagati anche il rettore Maurizio Ricci al quale è stato notificato un avviso di garanzia.

giovedì 12 aprile 2018

Omicidio di Anna Rosa Fontana: chiesto risarcimento di 13,2 mln

Un risarcimento di 13,2 milioni di euro, forse uno dei maggiori richiesti allo Stato, in particolare ai Ministeri dell’Interno e della Difesa: la richiesta e’ contenuta nella citazione presentata dagli avvocati della famiglia Fontana, per l’omicidio di Anna Rosa Fontana avvenuto il 7 dicembre 2010 a Matera dall’ex convivente, Paolo Chieco – per la "presunta responsabilità omissiva delle forze dell’ordine, che quella sera, secondo i legali, non sarebbero intervenute per difenderla, nonostante le molte telefonate di aiuto e un’ordinanza che vietava a Chieco di avvicinarsi a meno di 300 metri". 
Nel 2012 l’uomo e’ stato condannato in appello a 30 anni di carcere per l’omicidio: nel 2005 ci fu anche una prima condanna a otto anni e quattro mesi per aver tentato di uccidere Anna Rosa Fontana, facendola finire in coma. Ieri a Potenza, si e’ svolta l’udienza del processo civile. 

Archivio blog