giovedì 10 maggio 2018

Decesso 70enne: "non luogo a procedere" per due medici

"Non luogo a procedere" per due medici dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferioire (Na) finiti sotto accusa per la morte del settantenne Giovanni Ambrosio. Perché i due dottori chiamati in causa – Vincenzo Marra e Antonio Capasso, assistiti dagli avvocati Giuseppe D’Alise e Rita Ferriero – non hanno responsabilità con i fatti contestati. Finiti nel registro degli indagati, in quanto presenti con altri operatori sanitari nei giorni del decesso del pensionato, avvenuto nel dicembre 2011, sono usciti dal procedimento penale perché i fatti non sussistono. Come ravvisato dal giudice per l’udienza preliminare, Luigi Levita, sulla base del materiale a disposizione della Procura cui erano state contrapposte le ricostruzioni degli avvocati difensori, i due dottori non erano presenti al momento delle operazioni mediche: non presero parte ad alcuna attività riguardante il paziente. Giovanni Ambrosio, originario di Terzigno, morì nel reparto di rianimazione dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Nell'inchiesta furono inizialmente coinvolti diversi medici.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog