lunedì 14 maggio 2018

Droga sull'asse Potenza-Salerno: in manette sei salernitani

Battipaglia, Eboli, Pontecagnano e altre cittadine del salernitano erano state scelte da Gaetano Romanato, 24enne di Salerno, per incontrare i pusher potentini e consegnargli gli stupefacenti. Romanato è stato arrestato con Massimiliano Rosa 34enne, Vito Corbo 35enne, Fabio Lettieri 40enne, Sergio Spera 51enne e Giuseppe Calabrese 39enne, tutti di Potenza e posti domiciliari. L'operazione antidroga è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Potenza ed è stata denominata «Restaurant». Le indagini hanno consentito di accertare «diversi episodi di spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare - è sottolineato in un comunicato diffuso dalla Procura potentina - cocaina, eroina e metadone, commessi tra il 2016 e il 2017 a Potenza, Avigliano, Picerno e Ruoti». Il nome scelto per l’operazione, «Restaurant», deriva dalle espressioni utilizzare dalle sei persone arrestate per indicare la droga («pesce» per la cocaina, «carne» per l’eroina) e gli incontri da effettuare per lo smercio di droga («ci dobbiamo prendere il caffè dopo mangiato»). Secondo le indagini, Romanato, residente a Salerno e ora domiciliato in Veneto, forniva la droga ai potentini durante incontri fissati nei comuni del salernitano Eboli, Contursi, Pontecagnano, Campagna e Battipaglia. Le dosi venivano poi vendute nel potentino a prezzi tra i 20 e i 50 euro ciascuna.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog